Cascina Caccia per sua natura vuole essere luogo in cui si respira un’aria di trasformazione in tutti i sensi: grazie alla legge 109/96 da luogo di illegalità diventa un ambiente dedicato all’educazione e al lavoro volto a confezionare un prodotto di alta qualità, attraverso metodi rispettosi dell’ambiente e della salute delle api.

L’apiario della Cascina nasce da quest’idea e conta circa cinquanta famiglie di api. Immerso nelle verdi colline di San Sebastiano da Po, durante i mesi primaverili ed estivi produce il miele biologico della Cascina: acacia, millefiori e melata di bosco.

Questo dolce prodotto è stato il primo, tra i beni confiscati nel nord Italia, ad essere etichettato con il marchio “Libera Terra”, progetto con il quale l’Associazione Libera cerca di dare dignità ai territori caratterizzati da una forte presenza mafiosa, attraverso la creazione di aziende, cooperative autonome, autosufficienti, durature, in grado di dare lavoro, creare indotto positivo e proporre un sistema economico virtuoso basato sulla legalità, sulla giustizia sociale e sul libero mercato.

La cascina ha iniziato l’avventura con le api nel 2008 grazie al grande aiuto di Luca Priotto, apicoltore esperto, che negli anni ci ha introdotto e appassionato a quest’attività.

Da maggio 2013, con l’autorizzazione del nuovo laboratorio, il miele viene invece prodotto e smielato in Cascina.